Bignè di San Giuseppe | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Bignè di San Giuseppe

Bignè di San Giuseppe photo credits Gambero Rosso Official Website

Invitante, ripieno di crema pasticcera, fritto o al forno: è il delizioso bignè di San Giuseppe, immancabile sulle tavole romane per la Festa del Papà del 19 marzo.

La tradizione di questo goloso dolce risale alle celebrazioni in onore del santo, organizzate dalla Confraternita di San Giuseppe dei Falegnami, durante le quali banchi di ambulanti vendevano frittelle e bignè fritti al momento nei loro calderoni.

Una curiosità: la festa è particolarmente amata dai romani, i quali chiamano amichevolmente il santo “frittellaro”, dall’usanza di mangiare i bignè fritti in suo onore.

Ecco la ricetta suggerita dal Gambero Rosso per preparare lo squisito dolce a base di una leggera e rigonfia pasta choux, crema pasticcera fresca e una spolverata di zucchero a velo:

Ingredienti

Per la pasta bignè

125 ml. di acqua
50 g. di burro
70 g. di farina 00
2 uova
1/2 cucchiaio di zucchero
Sale q.b.

Unire in un tegame d’acciaio, l’acqua, il burro e un pizzico di sale. Portare ad ebollizione, togliere il tegame dal fuoco e versare in un sola volta la farina, mescolando vigorosamente con un cucchiaio di legno, incorporarla al liquido. Rimettere sul fuoco e, continuando a mescolare, cuocere finché l’impasto si staccherà dalle pareti e dal fondo del tegame. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. Aggiungere all’impasto le uova, una alla volta, mescolando energicamente. Alla fine dovrà risultare un composto sodo ed elastico.
Portare abbondante olio a 180°C. Utilizzando due cucchiai bagnati, lasciare scivolare delle piccole cucchiaiate di impasto nell’olio, poche alla volta, affinché abbiano lo spazio per gonfiarsi e galleggiare. Scolarle con la schiumarola quando saranno di un colore oro intenso, asciugarle ripetutamente su carta assorbente e lasciarle raffreddare.

Per la crema pasticcera

250 ml. di latte
60 g. di zucchero
2 tuorli
40 g. di farina
Scorza di 2 limoni

Fate bollire il latte (meno di mezzo bicchiere) insieme a due scorze di limone e a un pizzico di sale. Raccogliete i tuorli in una terrina e, con il cucchiaio di legno, lavorateli per qualche minuto con lo zucchero e la farina setacciata. Diluite il composto con il restante latte freddo e, senza smettere di girare, versatevi a filo il latte caldo. Versate la crema nella casseruola del latte e rimettetela sul fuoco. Regolate la fiamma a metà altezza e, mescolando senza interruzione, fate cuocere la crema per qualche minuto, fino a quando si sarà addensata. A cottura ultimata, scartate la scorza di limone e versate la crema in una terrina per farla raffreddare. Durante il raffreddamento, mescolate ogni tanto perché sulla superficie non si formi la pellicina.
Farcite i bignè con la crema pasticcera, aiutandovi con una sacca da pasticcere. Ricoprite di zucchero a velo e servite.

 

Photo credits: Gambero Rosso Official Website

TAG 
Food & Wine

Media gallery

Le tue utility