Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Galleria Borghese

Galleria Borghese

Situata all'interno del parco dell'omonima Villa, Galleria Borghese ospita la raccolta costituita inizialmente dal cardinale Scipione Borghese all'inizio del XVII secolo, conserva capolavori di Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Raffaello, Tiziano, Correggio, Caravaggio e splendide sculture di Gian Lorenzo Bernini e del Canova.
Il nucleo più importante delle sculture e delle pitture risale al collezionismo del cardinale Scipione (1579-1633), figlio di Ortensia Borghese, sorella del Papa Paolo V, e di Francesco Caffarelli, ma gli eventi dei tre secoli successivi, tra perdite e acquisti, hanno lasciato notevoli tracce.
L'attenzione del cardinale Scipione era rivolta a tutte le espressioni di arte antica, rinascimentale e contemporanea, atte a rievocare una nuova età dell'oro. Non particolarmente interessato all'arte medioevale, ricercò invece, con passione, la scultura antica.
Ma l'ambizione del cardinale favorì la creazione di nuove sculture e soprattutto di gruppi marmorei che fossero messi a confronto con le opere antiche.
Nel 1607 il Papa aveva fatto assegnare a Scipione 107 dipinti confiscati al pittore Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d'Arpino.
Dell'anno successivo fu l'asportazione clandestina dalla cappella Baglioni nella chiesa di San Francesco a Perugia e il trasporto a Roma della Deposizione di Raffaello, assegnata al cardinale Scipione con motu proprio papale.
Nel 1682 confluisce parte dell'eredità di Olimpia Aldobrandini, che includeva opere della collezione del cardinale Salviati e di Lucrezia d'Este, nella collezione Borghese.
Il ritratto di Paolina Bonaparte Borghese, eseguito dal Canova tra il 1805 e il 1808, è presente nella Villa dal 1838. Nel 1807 Camillo Borghese vende a Napoleone 154 statue, 160 busti, 170 bassorilievi, 30 colonne e vari vasi che costituiscono il fondo Borghese del Louvre. Ma già nel terzo decennio dell'Ottocento le gravi lacune sembrano colmate con nuovi materiali provenienti da recenti scavi archeologici e con opere recuperate dalle cantine e da varie altre dimore borghesiane. Nel 1827 Camillo Borghese acquistò a Parigi l'importante Danae del Correggio.

 

Ti potrebbe interessare anche

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.491986 41.914048)
Orari 

Mar-dom ore 9.00 - 19.00 con accesso ogni due ore (9.00; 11.00; 13.00; 15.00; 17.00)
Ultimo ingresso alle ore 17.00
Chiusa lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio

APERTURA STRAORDINARIA SERALE
Giovedì sera il Museo è aperto anche dalle 19.00 - 21.00. Ultimo ingresso ore 19.00
--------------------------------------------------------------------

La prenotazione è sempre obbligatoria e costa € 2,00

Contatti 
Acquisto online: 
https://www.gebart.it/musei/galleria-borghese/
Email: 
ga-bor@beniculturali.it
Email: 
info@tosc.it (visite guidate gruppi e scuole)
Facebook: 
www.facebook.com/galleriaborgheseufficiale
Instagram: 
www.instagram.com/galleriaborgheseufficiale/
Sito web: 
http://galleriaborghese.beniculturali.it/it
Telefono: 
+39 06 32810 (lun-ven 9-18; sab 9-13) pren. e acquisto singoli e gruppi
Servizi 
Audioguida
Guardaroba
Libreria
Ristorante
Servizi igienici per disabili
Visite guidate
Share Condividi

Location

Galleria Borghese, Piazzale del Museo Borghese, 5
Piazzale del Museo Borghese, 5
41° 54' 50.5728" N, 12° 29' 31.1496" E

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility