Basilica di San Lorenzo in Lucina | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Basilica di San Lorenzo in Lucina

Basilica di San Lorenzo in Lucina

San Lorenzo in Lucina è una delle più antiche chiese di Roma: nasce nel IV-V secolo e fu edificata sopra una domus, probabilmente di proprietà di una matrona romana di nome Lucina, che avrebbe fondato nella sua casa una “ecclesia domestica”. Una seconda teoria ricollega invece il nome della chiesa a un antico tempio dedicato a Giunone Lucina, la dea che presiedeva ai parti: le donne dell’antica Roma attingevano presso il tempio un’acqua “miracolosa”, una tradizione confermata dal ritrovamento di un pozzo (ancora oggi visibile nel sotterraneo) e di un mosaico intatto, con gradini di marmo bianco e pareti affrescate. 

Consacrata a luogo di culto nel 440 da Papa Sisto III, la chiesa venne ricostruita sotto papa Pasquale II nel XII secolo: a lui si devono il bel portico affiancato da due leoni in marmo, l’abside medioevale nascosto dagli edifici circostanti e il campanile a cinque ordini, decorato con doppie bifore negli ultimi tre piani. All’interno del portico sono murate alcune iscrizioni risalenti al XII secolo: la più importante ricorda la consacrazione a opera di papa Celestino III del 26 maggio 1196. 

Nel Seicento la basilica fu radicalmente ristrutturata: il pavimento fu rialzato per evitare le alluvioni del Tevere e le navate laterali dell’antica basilica furono trasformate in cappelle gentilizie. In una delle cappelle un prezioso reliquario conserva la graticola sulla quale san Lorenzo subì il martirio ordinato dall'imperatore Valeriano nel 258. Un’altra cappella da non perdere è quella progettata da Gian Lorenzo Bernini per conto del portoghese Gabriele Fonseca, il medico personale di Innocenzo X noto per aver contribuito a introdurre l’uso del chinino contro la malaria. Bernini chiese al pittore Giacinto Gimignani una copia della celebre Annunciazione di Guido Reni del Quirinale che venne collegata allo spazio della cappella attraverso piccoli angeli in stucco che conducono verso la lanterna in alto. Lo stesso Bernini realizzò poi il busto di Gabriele Fonseca che emerge da una finta finestra, secondo un tipico artificio barocco. Sull’altare maggiore, di Carlo Rainaldi (1675), è posta invece la tela del “Crocifisso” di Guido Reni.
Sotto la sagrestia della basilica furono ritrovati i resti del grande orologio solare costruito da Augusto nel 10 a.C.: come gnomone fu utilizzato un obelisco egiziano, attualmente nella piazza di Montecitorio. Plinio narra che l’orologio funzionava male, forse a causa dello spostamento dell'obelisco causato da un sisma, tanto che fu necessaria la riparazione sotto Domiziano.

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.4789879 41.9029706)
Orari 

Per gli orari delle messe e le modalità di visita rivolgersi ai contatti indicati

Contatti 
Email: 
sanlorenzoinlucina@vicariatusurbis.org
Telefono: 
06 6871494
Share Condividi

Location

Basilica di San Lorenzo in Lucina, Via In Lucina, 16/A
Via In Lucina, 16/A
41° 54' 10.6956" N, 12° 28' 44.3568" E

Per conoscere tutti servizi sull'accessibilità visita la sezione Roma accessibile.

Media gallery

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility