Arco di Costantino | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Arco di Costantino

È il più grande dei tre archi trionfali ancora conservati a Roma, alto circa 25 metri, posto lungo la strada abitualmente percorsa dai trionfi, nel tratto compreso tra il Circo Massimo e l’Arco di Tito.

L’arco fu eretto nel 315 per celebrare la vittoria dell’imperatore Costantino su Massenzio, avvenuta il 28 ottobre del 312 d.C nella battaglia di Ponte Milvio, e fu realizzato riutilizzando in parte materiali ed elementi architettonici provenienti da monumenti imperiali più antichi, appartenuti alle età di Traiano, Adriano e Marco Aurelio. Tutti i volti degli imperatori presenti nei rilievi sono stati rimodellati a somiglianza di Costantino, con il nimbo a connotarne la maestà imperiale.

È probabilmente da considerarsi come il primo esempio di quel sistematico riuso del materiale di spoglio che a Roma durerà per tutto il medioevo e, al tempo stesso, rappresenta una preziosa sintesi di oltre due secoli di arte ufficiale romana.

L’arco si presenta a tre fornici: quello centrale, più ampio, riporta una ricca decorazione a rilievo su tutti i lati. Al di sopra degli archi minori, sono narrate le imprese di Costantino nella campagna contro Massenzio. Più in alto, nei tondi di età adrianea, sono rappresentate scene di caccia e di sacrificio. Nell’attico, si stagliano otto statue di Daci, provenienti dal Foro di Traiano, che fiancheggiano la lunga iscrizione e i grandi pannelli del periodo di Marco Aurelio, con episodi della guerra germanica. Le basi delle colonne corinzie sono decorate con figure allegoriche.

Il monumento, incluso a metà del XII secolo nella fortezza dei Frangipane, fu sottoposto a restauri a partire dalla fine del Quattrocento e per tutto il Cinquecento e, successivamente, nel 1733, quando furono realizzate ampie integrazioni delle parti mancanti. 

Nei pressi dell’arco, sono visibili i resti della cosiddetta Meta Sudans, una fontana monumentale edificata in età flavia. Il nome “meta” deriva dalla forma conica che ricordava le mete del circo, mentre “sudans” stava a indicare l’acqua che ne sgorgava. Riprodotta su monete dell’80-81 d.C., la fontana rimase in uso fino al V secolo d.C., quando l'interramento della Valle del Colosseo iniziò a ostruire i canali di deflusso delle acque; negli anni Trenta, in epoca fascista, i ruderi furono poi demoliti per la creazione di via dei Trionfi.

Ti potrebbe interessare anche

Meta sudans

Meta sudans
Meta sudans
Monumenti
Share Condividi

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.490598 41.88976)
Contatti 
Sito web: 
https://parcocolosseo.it/area/arco-di-costantino-e-meta-sudans/
Share Condividi

Location

Arco di Costantino, Via di San Gregorio
Via di San Gregorio
41° 53' 23.136" N, 12° 29' 26.1528" E

Per conoscere tutti servizi sull'accessibilità visita la sezione Roma accessibile.

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility