Quartiere etnico per eccellenza, l’Esquilino si sviluppa intorno alla Stazione Termini e a Piazza Vittorio.
Del periodo umbertino di fine ‘800 il quartiere conserva l’architettura elegante e un po’austera, unico esempio a Roma, anche se oggi con le sue botteghe etniche e il mercato Esquilino somiglia ad una Chinatown in versione romana.

Gli amanti dell’arte avranno l’imbarazzo della scelta tra la Basilica di Santa Maria Maggiore, la chiesa di San Pietro in Vincoli, il Museo Nazionale Romano e, sul Colle Oppio, la Domus Aurea.

Scendendo per via Cavour si arriva facilmente all’affascinante quartiere Monti. Un tempo popolare e fatiscente, oggi è un luogo tutto da scoprire, fatto di strette strade medievali e trattorie nascoste, negozi alternativi e bar alla moda. Senza dubbio un’area cosmopolita che ben mixa l’atmosfera paesana a boutique e locali unici nel loro genere.

I luoghi del quartiere

Basilica di Santa Maria Maggiore

La basilica di Santa Maria Maggiore è la più importante delle chiese romane dedicate alla Madonna [...]

Murales presso la Casa dell’architettura

Nell’immagine in alto l’opera di Alice Pasquini, Cave of Tales.

Murale in via Nazionale

Opera dell’artista Borondo.

San Pietro in Vincoli

Via Cavour:  partendo dai Fori, verso la metà, sulla destra, si incontra la ripida scalinata di [...]

I mercati

Concludiamo questa carrellata con un’escursione nei mercati della città, colorati e vivaci. In ogni quartiere al mattino alcune strade si animano [...]