Museo Nazionale degli Strumenti Musicali | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Museo Nazionale degli Strumenti Musicali

 Foto Museo Nazionale degli Strumenti Musicali

Inaugurato nel 1974, il Museo ha sede nella Palazzina Samoggia, ex caserma Principe di Piemonte, nei pressi della Basilica di Santa Croce in Gerusalemme.

La sua raccolta si è sviluppata intorno alla vasta collezione trasferita allo Stato nel 1950 dal tenore Gennaro Evangelista Gorga (1865-1957), alla quale si aggiunsero strumenti rari e pregiati acquisiti successivamente.

Il percorso in 18 sale ricostruisce la storia della musica, dai primi strumenti a fiato e percussione del mondo antico greco e romano sino a quelli del nostro secolo. Si conservano strumenti di musica popolare e colta, religiosa e militare, strumenti della tradizione musicale extraeuropea provenienti dall’Africa, dall’Oceania, dall’America.

Dei 3.000 pezzi sono esposti circa 840 strumenti, tra cui la celebre arpa Barberini del XVII secolo, il clavicembalo verticale italiano e il pianoforte costruito nel 1722 da Bartolomeo Cristofori (1655-1732), universalmente riconosciuto come l’inventore di questo strumento.

In seguito alla riapertura degli spazi al secondo piano del Museo, a partire da maggio 2022 è stata inaugurata la mostra temporanea Risonanze. Dalla collezione Gorga al Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
Partendo dalla presentazione della collezione di Gorga, l'esposizione guida i visitatori durante tutta la durata dei lavori di restauro della struttura. Il tenore collezionista accoglie i visitatori attraverso un filmato del 1949 concesso dall’Istituto Luce, che lo vede, ormai anziano, circondato dai suoi strumenti musicali, gli stessi riconoscibili lungo il percorso. L’allestimento segue un criterio tipologico, così come era concepita l’organizzazione della collezione: strumenti ad arco, strumenti a pizzico, pianoforti, fiati, percussioni, strumenti meccanici. Si ammirano, inoltre, alcuni strumenti entrati in seguito a far parte della collezione del Museo, esposti con un diverso allestimento: il violino detto Il Portoghese di Antonio Amati, il pianoforte Pleyel di Palazzo Torlonia e una parte della collezione di bassi elettrici concessi da Pablo Echaurren.

Foto: museostrumentimusicali.beniculturali.it 

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.514239 41.8890216)
Orari 

Dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 19.00)
Chiusura: lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre salvo aperture straordinarie su progetto MiC come da DM 330 30/06/2016 Criteri per l’apertura al pubblico, la vigilanza e la sicurezza dei musei e dei luoghi della cultura statali.

Per aggiornamenti e modalità di visita consultare il sito ufficiale.

Contatti 
Acquisto online: 
www.gebart.it/musei/museo-nazionale-degli-strumenti-musicali
Email: 
dms-rm.museostrumenti@cultura.gov.it - prenotazioni per gruppi info@tosc.it
Facebook: 
www.facebook.com/people/MNSM-Museo-Nazionale-degli-Strumenti-Musicali-Pagina-Istituzionale/100068307037558
Instagram: 
www.instagram.com/museodeglistrumentimusicali
Prenotazione telefonica: 
06 32810 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 18.00)
Sito web: 
www.direzionemuseistataliroma.beniculturali.it/istituti/museo-nazionale-degli-strumenti-musicali
Sito web: 
http://museostrumentimusicali.beniculturali.it
Telefono: 
06 7014796 - 06 7024153 info visite guidate
Servizi 
Biblioteca
Libreria
Share Condividi

Location

Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, Piazza di Santa Croce in Gerusalemme, 9/A
Piazza di Santa Croce in Gerusalemme, 9/A
41° 53' 20.4792" N, 12° 30' 51.2604" E

Per conoscere tutti servizi sull'accessibilità visita la sezione Roma accessibile.

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility