Conservatorio di Musica di Santa Cecilia | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia-Foto: sito ufficiale del Conservatorio di Musica di Santa Cecilia

Il Conservatorio di Musica Santa Cecilia è una delle più antiche istituzioni musicali al mondo, le cui radici storiche risalgono molto indietro nel tempo e si identificano in quelle dell’antica Vertuosa compagnia de’ musici diventata poi Congregazione de’ Musici di Roma sotto l’invocazione di Santa Cecilia (1565). La nascita del primo nucleo della scuola di musica si deve a Giovanni Sgambati, pianista e compositore di fama internazionale, allievo di Liszt e insegnante che, nel 1869 ottenne nella sede dell’Accademia la concessione di un locale dove poter svolgere un corso gratuito di pianoforte riservato ad allievi poco abbienti. Dopo la presa di Porta Pia (1870) e l’annessione di Roma al Regno d’Italia, la Congregazione di Santa Cecilia fu secolarizzata diventando Regia Accademia di Santa Cecilia. La Scuola di musica divenne un Liceo Musicale a cui fu annessa la Biblioteca dell’Accademia.

Occorrendo una grande sala per le manifestazioni accademiche, i saggi e gli esami del Liceo, nel 1881 fu affidato il progetto di costruirla all’architetto Pompeo Coltellacci. Con i suoi 795 metri quadri e 14 metri d’altezza era la sala concerti più grande di Roma; fornita di un grande organo, costruito dalla ditta E.F. Walcker di Wuttemberg, e di un’acustica perfetta poteva contenere, a detta delle relazioni del tempo, seduti e in piedi 1200 spettatori. Nel 1911 il Liceo Musicale divenne ente morale autonomo e nel 1919 fu statalizzato separandosi così definitivamente dall’Accademia. Successivamente il Liceo assunse l’attuale denominazione di Conservatorio di Musica Santa Cecilia.

All’interno del Conservatorio si trova la Biblioteca Musicale Governativa Santa Cecilia, che è composta da vari fondi e include molti scritti e partiture autografe di importanti musicisti. Oltre a quelle di Vincenzo Bellini, di Felix Mendelssohn-Bartholdy, di Franz Liszt e di Giovanni Pacini, ricordiamo alcune particelle di coro vergate addirittura da Pierluigi da Palestrina. La Biblioteca è inoltre sede dell’Istituto Internazionale di Documentazione Musicale (ISIDOMUS). L’Istituto ha come finalità la promozione della cultura musicale e la tutela e valorizzazione del patrimonio bibliografico-musicale.

Foto: sito ufficiale del Conservatorio di Musica di Santa Cecilia

Ti potrebbe interessare anche

Fontana di Trevi

Fontana di Trevi
Fontana di Trevi
Monumenti
Share Condividi

La più famosa delle fontane romane: un gioiello di acqua e di pietra

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.47817 41.907336)
Contatti 
Facebook: 
www.facebook.com/Conservatorio-Santa-Cecilia-159779907733299
Sito web: 
www.conservatoriosantacecilia.it
Telefono: 
06 36096720
Share Condividi

Location

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia, Via dei Greci, 18
Via dei Greci, 18
41° 54' 26.4096" N, 12° 28' 41.412" E

Per conoscere tutti servizi sull'accessibilità visita la sezione Roma accessibile.

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility