Il turismo a Roma nel 2012 è cresciuto sia in termini di arrivi e presenze che di indotto economico. Ne danno conferma i dati dell’Ente Bilaterale del Turismo nel Lazio (Ebtl), diffusi nell’ambito della Fiera del Turismo dell’Italia e del Mediterraneo al Palazzo dei Congressi dell’Eur: in numeri assoluti gli arrivi corrispondono a circa 12 milioni (11.997.323), giungendo a sfiorare i 30 milioni di presenze, con un incremento di un milione 221 mila presenze in più rispetto all’anno precedente.

 

I turisti provenienti da Paesi dell’Unione europea sono quelli che si fermano più giorni (tre notti), su una permanenza media di 2,5 notti.

 

Gran parte dei turisti sono stranieri, oltre il 70 per cento. In un momento di crisi economica internazionale che ha penalizzato maggiormente il mercato interno, gli stranieri continuano a scegliere Roma. Che si conferma città leader del turismo in Italia, proprio grazie al fascino esercitato sui visitatori stranieri. Un dato in controtendenza rispetto a quello nazionale.

 

“I dati resi noti oggi”, ha commentato il sindaco Gianni Alemanno, ”sono la conferma che il turismo è per la città una vera risorsa, un settore vitale in continua crescita sul quale la nostra amministrazione ha puntato fin dall’inizio. Nel momento di recessione economica che stiamo vivendo a livello internazionale, il turismo romano, in controtendenza con il resto del Paese, cresce e si consolida. Sfiorare i trenta milioni di presenze con un’internazionalizzazione che supera il 70% significa che i turisti continuano a scegliere Roma, una notizia positiva che ci sprona a proseguire in questa direzione”.

 

“L’Amministrazione ha cambiato passo, siamo più dinamici. Il che ci ha consentito di competere su scala mondiale e i risultati si vedono”, ha spiegato il delegato al Turismo di Roma Capitale, Antonio Gazzellone. ”Nel 2012 abbiamo registrato aumenti di arrivi e presenze. Francia e Germania crescono del 5%, bene anche Russia e gli Usa. La Cina fa registrare un incremento del 20%. Ci si attende che un ulteriore impulso possa darlo anche il nuovo volo diretto da e per Shanghai”. “Adesso”, continua Gazzellone, “dovremo migliorare infrastrutture e trasporti, servirà l’ampliamento di Fiumicino e aprire un dialogo con Expo 2015″.

 

Quanto alla spesa dei turisti, dei 7,3 miliardi il 26,5% è rappresentato dalla spesa alberghiera, il 17,2% da ristoranti e bar e il 20,2% dallo shopping di abbigliamento. Si rileva poi una flessione del 12% di cinema e spettacoli a favore di musei e gallerie (+10%).

 

La XVII edizione di ACE (Art Cities Exchange & Med Workshop), l’evento fieristico che promuove nel mondo l’offerta turistico culturale delle città italiane e del Mediterraneo, è organizzata da Federalberghi Roma, Fiera Roma e Enit, con il sostegno di Roma Capitale, Camera di Commercio-Promoroma, Roma Convention Group e in partnership con Unindustria, Confesercenti Roma e Lazio e Fiavet.