Thomas Hirschhorn. The Purple Line | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Thomas Hirschhorn. The Purple Line

Thomas Hirschhorn. The Purple Line

“The world needs to be de-pixelated”. Thomas Hirschhorn.

Un’imponente parete viola alta 6 metri e lunga oltre 250 attraversa la Galleria 3 del museo progettato da Zaha Hadid, imprigiona la vista e disorienta lo sguardo. È The Purple Line, la lunga linea ideata da Thomas Hirschhorn, uno degli artisti più noti e importanti al mondo, per presentare Pixel-Collage, monumentale serie di 121 opere realizzate tra il 2015 e il 2017 che rappresentano immagini di corpi mutilati in zone di guerra, violente istantanee di stragi e conflitti raccolte sul web, accostate tra loro con la tecnica del collage a fotografie pubblicitarie di moda provenienti da riviste patinate. Queste ultime sono però pixellate, mentre le foto di corpi dilaniati sono visibili, senza filtri, spesso anche in grandi formati. Si inverte così ciò che abitualmente succede nella realtà, negli organi di informazione, nella rete e nei social network: le immagini pubblicitarie pensate per catturare l’attenzione sono nascoste alla vista, mentre ciò che normalmente viene oscurato e coperto perché considerato disturbante, è svelato dall’artista in tutta la sua cruda verità. Il Pixel diventa, quindi, lo strumento che connette e crea legami tra le cose, tra bellezza e crudeltà, accorcia la distanza tra le due realtà opposte ma appartenenti entrambe apparentemente al mondo in cui viviamo.

Ma il tema centrale e predominante di quest’opera non è la violenza dei soggetti rappresentati, è la censura, la produzione e il controllo delle immagini e, soprattutto, il dilagare dell’ipersensibilità nel mondo contemporaneo. Ed ecco che la lunga linea viola, appositamente disegnata dall’artista, ci costringe a confrontarci con i nostri limiti, a sfidare il massimo che la vista e le sensazioni possano sostenere, a mantenere viva l’attenzione. Il continuo cambiamento di direzione rende impossibile prevedere dove finirà il percorso e la crudezza delle immagini ferisce gli occhi senza preavviso, senza difesa.

Se la reazione naturale è distogliere lo sguardo dalla morte, dal sangue, dalla paura, il viola, il «colore puro» per eccellenza, ci costringe a non distrarci, ad affrontare ciò che ci spaventa, a riportare gli occhi sui collage, a osservare la realtà e a comprenderne le dure contraddizioni.

Informazioni

Quando 
dal 20 Ottobre 2021 al 6 Marzo 2022
Contatti 
Acquisto online: 
https://maxxi.archeoares.it/
Sito web: 
www.maxxi.art/events/thomas-hirschhorn
Orari 

Dal 20 ottobre 2021 al 6 marzo 2022
dal martedì alla domenica  dalle ore 11.00 alle 19.00 (ultimo ingresso ore 18)
sabato e domenica dalle ore 11.00 alle 20.00 (ultimo ingresso ore 19)
Chiuso il lunedì 1° maggio e 25 dicembre

Per aggiornamenti e modalità di visita consultare il sito ufficiale > www.maxxi.art

Giorni di chiusura 
Lunedì
Share Condividi

Media gallery

Node Json Map Block

Le tue utility