Giacomo Boni. L’alba della modernità | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Giacomo Boni. L’alba della modernità

Foto profilo ufficiale Facebook Parco archeologico del Colosseo

Autodidatta, con una formazione da disegnatore nei cantieri veneziani, Giacomo Boni è stato uno dei più importanti archeologi italiani tra il XIX e il XX secolo, un precursore nei metodi di scavo, di restauro e di valorizzazione del patrimonio. A lui il Parco archeologico del Colosseo dedica una grande mostra nei luoghi in cui l’archeologo principalmente operò e di cui definì la fisionomia: il Foro Romano, di cui diresse gli scavi dal 1898, e il Palatino, dove fu direttore degli scavi dal 1907. Tra le sue scoperte, realizzate anche grazie alle foto che effettuava da una mongolfiera, ci sono il Tempio di Vesta, la chiesa medievale di Santa Maria Antiqua, il sepolcreto arcaico del Foro e il Lapis Niger, luogo che gli autori antichi riferiscono alla saga di Romolo.

L’esposizione si articola in quattro sezioni. La vita di Boni, dagli anni della formazione all’arrivo a Roma, è raccontata al Tempio di Romolo. Al centro del tempio è esposto anche l’aerostato utilizzato per effettuare le vedute fotografiche degli scavi dall’alto. La sezione nel Complesso di Santa Maria Nova è dedicata all’attività archeologica di Boni al Foro Romano e in particolare al museo forense, da lui voluto e inaugurato nel 1908. A Santa Maria Antiqua e nella rampa domizianea ripercorriamo la storia della scoperta della chiesa e del ciclo pittorico bizantino, dopo l’abbattimento della chiesa secentesca di Santa Maria Liberatrice. Nelle Uccelliere Farnesiane, dove Boni abitò negli ultimi anni della sua vita e dove lo andavano a trovare amici come D’Annunzio, Eleonora Duse, Sibilla Aleramo, Colette, è infine riproposto l’appartamento-studio dell’archeologo con una selezione di arredi e oggetti originali. Tra i dipinti esposti, spicca il dipinto “Gli archeologi” di Giorgio de Chirico, del 1927.

A completamento del racconto dell’attività di Giacomo Boni, nel Foro Romano sono posizionati alcuni totem nei luoghi delle sue scoperte e dei suoi interventi più significativi, che hanno permesso una nuova lettura dell’area archeologica e della storia dell’antica Roma. 

Informazioni

Quando 
dal 15 Dicembre 2021 al 30 Aprile 2022
Contatti 
Acquisto online: 
https://parcocolosseo.it/visita/orari-e-biglietti/24h-colosseo-foro-romano-palatino/
Sito web: 
https://parcocolosseo.it/evento/giacomo-boni-lalba-della-modernita-apre-il-15-dicembre-la-mostra-diffusa-tra-palatino-e-foro-romano/
Orari 

Dal 15 dicembre 2021 al 30 aprile 2022

9.00 – 16.30
dal 31 ottobre 2021 al 28 febbraio 2022

9.30 – 17.30
dal 1° al 26 marzo 2022

9.30 – 19:15
dal 27 marzo al 31 agosto 2022

Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

Share Condividi

Media gallery

Node Json Map Block

Le tue utility