Torre della Moletta e area archeologica del Circo Massimo | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Torre della Moletta e area archeologica del Circo Massimo

Torre della Moletta e area archeologica del Circo Massimo

La Torre della Moletta, detta anche Turris in Capite Circi o Turris de Arco, si trova all’interno del complesso archeologico del Circo Massimo ed è così chiamata perché sorgeva vicino a un mulino azionato dall’acqua del Fosso di San Giovanni. 

La torre, almeno dal 1145 di proprietà della famiglia Frangipane, è a pianta quadrata, costruita in tufelli con schegge di calcare, selce e corsi irregolari di mattoni; era circondata da modeste costruzioni e doveva far parte di un sistema di fortificazioni, abbattute nel 1943.

Il Circo Massimo sorse nella Valle Murcia e fu sotto Giulio Cesare che per la prima volta venne edificato in forma di struttura in muratura; misurava 600 metri di lunghezza e 140 di larghezza. 

Era il teatro delle competizioni agonistiche, insieme ai giochi gladiatori, più amate a Roma e i protagonisti, gli aurighi delle quadrighe, i beniamini del popolo. 

Il circo era utilizzato anche per manifestazioni legate alla vita politica, sociale e religiosa della città, come i trionfi, le processioni e le pubbliche esecuzioni.

Distrutto più volte dal fuoco, fu ricostruito quasi interamente sotto l’imperatore Traiano, nel II secolo d.C., e a questo periodo appartiene la gran parte delle strutture attualmente visibili. Nel 357 d.C., l’imperatore Costante II vi fece erigere un gigantesco obelisco ora al Laterano.

Il Circo rimase in attività fino alla prima metà del VI secolo; in seguito fu utilizzato come area agricola, per poi diventare, a partire dall’XIX secolo, sede degli impianti del Gazometro e di magazzini, fino agli inizi del ‘900, quando furono avviati i lavori per la passeggiata archeologica. 

Negli anni '30 furono condotti scavi che riportarono alla luce buona parte dell'emiciclo e i resti dell'Arco di Tito.

Nell’immediato dopoguerra l’area ritornò a spazio verde, in cui le strutture antiche sono state sostanzialmente abbandonate. 

Le indagini archeologiche e gli interventi di restauro, conclusi nel 2016 e condotti da Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con il contributo tecnico di Zetema Progetto Cultura,

hanno restituito una nuova leggibilità al monumento, attraverso la realizzazione di nuovi percorsi di visita con relativi impianti di illuminazione.

Foto: Sovrintendenza Archeologica

Ti potrebbe interessare anche

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.48852 41.884196)
Orari 

Attualmente chiuso al pubblico.

Ingressi contingentati: è fortemente consigliato l’acquisto del biglietto online o allo 060608.
Anche per gli aventi diritto alla gratuità è obbligatoria la prenotazione allo 060608 (compresi possessori MIC card)

Prima di programmare la visita consulta gli AVVISI per le indicazioni obbligatorie da seguire per l'accesso.

Orari
da lunedì a venerdì con ultimo ingresso fino a un’ora prima dell’orario di chiusura
ore 9.30 - 16.30 ora solare
24 e 31 dicembre 9.30-14.00
ore 9.30 - 19.00 ora legale
CHIUSO SABATO, DOMENICA, 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio

Accessibilità disabili:
il sito è parzialmente accessibile ai disabili. Le aree non accessibili sono la Torre della Moletta e il perimetro dell'ambulacro esterno (visibile solo dalla terrazza in alto).

Contatti 
Acquisto online: 
https://museiincomuneroma.vivaticket.it/ita/tour/circo-massimo-area-archeologica/2473
Email: 
info@060608.it
Sito web: 
www.sovraintendenzaroma.it/i_luoghi/roma_antica/monumenti/circo_massimo
Telefono: 
060608 tutti i giorni ore 9.00-19.00
Servizi 
Parzialmente accessibile ai disabili
Share Condividi

Location

Torre della Moletta e area archeologica del Circo Massimo, Viale Aventino
Viale Aventino
41° 53' 3.1056" N, 12° 29' 18.672" E

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility