Il 28 luglio 2010 il Consiglio comunale della città di Roma ha approvato, nel rispetto di quanto previsto dalla legge n. 122 del 2010, l’introduzione di un contributo di soggiorno sui servizi turistici della città (Delibera Consiglio comunale n. 67 del 28/29 luglio 2010).

Il 22 dicembre 2010 il Consiglio Comunale ha modificato la deliberazione n.67 elevando l’esenzione per i ragazzi fino a dieci anni e riducendo il contributo nei campeggi da 2 a 1 euro a notte per massimo 5 giorni.
Sempre il 22 dicembre 2010 è stato approvato il regolamento sul Contributo di Soggiorno con tutte le modalità di riscossione e versamento.
Il contributo, inteso come sostegno economico all’impegno della città nell’organizzare i servizi urbani, ha la finalità di garantire ai turisti la migliore e più efficiente accoglienza.
Il contributo è stato applicato a decorrere dal 1° gennaio 2011 ed è dovuto da chi soggiorna nelle strutture ricettive presenti nel territorio della città di Roma Capitale al termine di ciascun soggiorno, con la sola eccezione degli ostelli.
E’ bene tener presente che il contributo è dovuto anche da coloro che hanno prenotato e pagato il viaggio attraverso una agenzia di viaggio o attraverso un tour operator e che pertanto consegnano alla reception della struttura ricettiva il solo voucher.
Sono esentati dal pagamento i bambini fino a dieci anni di età .

 

 

Sono esenti dal pagamento del contributo di soggiorno:
1. I cittadini residenti a Roma.
2. I minori entro il decimo anno di età.
3. Coloro che pernottano presso gli ostelli della gioventù.
4. I malati e coloro che assistono degenti ricoverati presso strutture sanitarie, in ragione di un accompagnatore per paziente.
5. I genitori accompagnatori di malati minori di diciotto anni.
6. Gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggi e turismo. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni 25 partecipanti.
7. Il personale appartenente alla Polizia di Stato e alle altre forze armate che svolge attività di ordine e sicurezza pubblica.
8. Le strutture ricettive di qualunque tipo che insistono nell’enclave extraurbano di Roma Capitale denominata: frazione territoriale di Polline e Martignano.

 

 

Dettaglio tariffe:

Campeggi euro 1 a persona per notte max 5 giorni
Agriturismi euro 2 a persona per notte max 10 giorni
B&B euro 2 a persona per notte max 10 giorni
Affittacamere euro 2 a persona per notte max 10 giorni
Case vacanza euro 2 a persona per notte max 10 giorni
Case per ferie euro 2 a persona per notte max 10 giorni
Residence euro 2 a persona per notte max 10 giorni
Alberghi 1, 2, 3 stelle euro 2 a persona per notte max 10 giorni
Alberghi 4, 5 stelle euro 3 a persona per notte max 10 giorni

 

I servizi turistici diversi da quelli ricettivi quali il servizio turistico di trasporto pubblico di linea Gran Turismo – Open Bus Stop and Go, i battelli sul Tevere e i servizi balneari parteciperanno all’organizzazione del sistema di accoglienza della Città attraverso un versamento forfetario, da parte dei concessionari, determinato sulla base delle presenze nel territorio di Roma Capitale di soggetti non residenti che fruiscono dei servizi sopra citati.

 

I musei comunali parteciperanno all’organizzazione del sistema di accoglienza della Città per i soli soggetti non residenti nel territorio di Roma Capitale con un versamento di Euro 1,00 su ogni biglietto di ingresso.

 

Modalità di pagamento

I pagamenti potranno essere effettuati attraverso le seguenti modalità:
1. tramite il portale web www.tributi.comune.roma.it previa autenticazione.
Gli strumenti di pagamento a disposizione sono:
- carta di credito per importi fino ad un massimo di € 516 (commissione pari all’1,5%).
- addebito in conto corrente bancario (Rid on line ) senza commissioni e quindi senza costi aggiuntivi per la struttura. Se si vuole utilizzare tale sistema occorre aderire, una volta identificati al portale, al servizio rid on line che necessita di 12 giorni lavorativi. Si consiglia pertanto per chi volesse utilizzare tale modalità procedere il prima possibile all’adesione al servizio. Per il pagamento tramite rid on line non vi è limite di versamento (esclusivamente il tetto di € 500.000,00 che sulla base della normativa vigente può essere superato previa autorizzazione da parte della Banca d’Italia).
2. conto corrente postale n. 9321619 intestato a ROMA CAPITALE – Contributo di soggiorno, viale Ostiense 131-L 00154 – ROMA (non utilizzabile per gli acconti).

 

I versamenti dovranno essere effettuati entro quindici giorni dalla fine di ciascun trimestre solare: ad es.

- 16 aprile 2012
- 16 luglio 2012
- 16 ottobre 2012

 

Merita inoltre ricordare  che il contributo in questione, conformemente al parere reso dall’Agenzia delle Entrate, ha natura tributaria ed è  obbligatorio. Da ciò discende che in caso di omesso versamento da parte del cliente, unico soggetto passivo dello stesso, si applicano le sanzioni previste dalla legge.  Giova però richiamare l’ attenzione sul fondamentale ruolo di intermediazione di cui i gestori sono investiti affinché possano realizzarsi appieno gli obiettivi attesi in termini di maggiore introito e, dunque, di potenziamento dell’ accoglienza turistica e dei servizi urbani, presupposti per cui è stato introdotto il contributo di soggiorno.

 

Per ulteriori chiarimenti si rinvia al numero 060608 e al sito www.tributi.comune.roma.it e si informa che il Dipartimento Risorse Economiche di Roma Capitale ha già attivato anche l’indirizzo mail dedicato, contributosoggiorno@comune.roma.it.

 

 

FAQ – Domande frequenti

 

 

Guida al Contributo di Soggiorno

 

Deliberazione n. 53 – con allegato il regolameto sul contributo di soggiorno nella città di Roma Capitale

 

 

Deliberazione n. 67

 

 

Deliberazione n. 37 – Modifiche alla deliberazione n. 67

 

 

Informativa agli operatori

 

 

Contributo di Soggiorno fuori dal campo di applicazione dell’Iva

 

 

Fac simile di timbro da apporre sulla ricevuta

 

Deliberazione n. 66 del 22/09/2011