Il nostro itinerario inizia dal Palazzo del Quirinale che è stato, nei secoli, residenza estiva dei papi, dei Savoia e, a partire dal 1946, del Presidente della Repubblica.

Siete a due passi da Fontana di Trevi, la fontana consegnata dal film “La dolce vita” ad una specie di eterno immaginario collettivo. Realizzata come celebrazione monumentale dell’ Acqua Vergine, l’acqua portata a Roma attraverso l’acquedotto realizzato da Agrippa nel 19 a. C., questa fontana è stata rimodellata e sostituita nel corso dei secoli.

Con una breve passeggiata arrivate in piazza Venezia per una foto ricordo davanti al Vittoriano, il monumento ironicamente soprannominato “macchina da scrivere” o “torta nuziale”, e per rievocare nella vostra mente le immagini in bianco e nero, viste tante volte in tv, in cui una folla sterminata ascoltava davanti al Palazzo Venezia i discorsi di Mussolini…

Siete ormai a ridosso del Campidoglio, il colle che fu il centro politico e religioso della Roma antica e che rappresentò, durante il periodo medievale, il simbolo dell’autonomia del popolo romano contro il potere della Chiesa.

 Magari dopo aver visitato l’originale del Marco Aurelio all’interno dei meravigliosi Musei Capitolini, potete prendete un caffè mentre vi godete una suggestiva vista sulla città dalla Terrazza Caffarelli.

Tornando indietro verso Via del Corso, in piazza Colonna, trovate Palazzo Chigi, in cui ha sede la Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1961.

Piazza Colonna si fa ammirare anche per la Colonna di Marco Aurelio che vi si sorge al centro: il fregio è un vero film di pietra che corre lungo la struttura e racconta le imprese dell’imperatore contro le popolazioni germaniche.

Una volta appagata la vostra sete culturale, potete attraversare Via del Corso e concedervi un po’ di shopping nella Galleria “Alberto Sordi”.

Pochi passi e si arriva in Piazza Montecitorio, dove trovate l’omonimo Palazzo sede, dal 1871, della Camera dei Deputati.

Vale la pena, a questo punto, fare un aperitivo in uno dei locali della vicina piazza di Pietra, un piccolo gioiello nascosto tra i palazzi che sembra fuori dal tempo, su cui si affaccia il Tempio di Adriano.

Procedendo in direzione di Piazza Navona arrivate a Palazzo Madama. Il Palazzo è stato la residenza romana della famiglia dei Medici: deve, infatti, il suo nome alla vedova del duca Alessandro de' Medici, Margherita d'Austria, la famosa "madama”, che lo aveva ricevuto in usufrutto da Clemente VII. …

Non potete, a questo punto, evitare di fare un salto a Piazza Navona per godervi la sua atmosfera elegante e vivace al tempo stesso, magari comodamente seduti in uno dei tanti locali che vi si affacciano.

Modifica

I luoghi dell'itinerario

Palazzo Madama

Palazzo Madama Sede del Senato della Repubblica prende il nome da Margherita D’Austria, detta Madama, figlia naturale di Carlo V e della duchessa di Parma e Piacenza, che vi abitò dal 1559 al 1567. E’ possibile visitarlo ogni primo sabato del mese, ad eccezione del mese di agosto; la visita gratuita ha una durata di circa 40 minuti ed è curata dal personale del Senato. Continua a leggere

Quirinale

Situato sul più alto degli antichi sette colli di Roma, è stato per quasi tre secoli [...]

Palazzo di Montecitorio

Palazzo di Montecitorio, sede della Camera dei Deputati, fu commissionato al Bernini nel 1653 e più [...]

Campidoglio

Pur essendo il più basso e il meno esteso dei sette colli di Roma, (Aventino,Campidoglio, Celio, [...]