La Roma barocca, quella che si sviluppa tra il Pantheon e piazza Farnese,  fa da sfondo a una cinematografia dalle suggestioni spesso diverse: gli aspetti popolari oppure nobiliari, quelli scanzonati e cinici, talvolta misteriosi o drammatici, si mescolano nella storia degli edifici e dei vicoli.

A piazza della Rotonda, il Pantheon per i romani, Vittorio De Sica gira una scena drammatica di “Umberto D.” (1952). Umberto non riesce più a vivere con la sua misera pensione; mentre chiede l’elemosina sotto il colonnato, incontra un conoscente. Si vergogna e finge di trovarsi lì per caso. Nessuna pellicola italiana ha espresso in maniera tanto toccante la solitudine della vecchiaia, aggravata da scarsi mezzi economici.

Monica Vitti incontra Alain Delon in piazza di Pietra, all’interno del Tempio di Adriano, sede della Borsa di Roma . Il film è “L’eclisse” (1962), autore Michelangelo Antonioni. Delon interpreta un cinico agente di cambio, una figura che  appare fin troppo familiare nei nostri anni. Le scene di rumore e caos all’interno della Borsa, a distanza di cinquanta anni, ci ricordano una incomunicabilità fin troppo contemporanea.

A piazza Navona abitano Romolo (Maurizio Arena) e Salvatore (Renato Salvatori), protagonisti di “Poveri ma belli”, diretto nel 1956 da Dino Risi. Incredibile, negli anni   ’50 due popolani  potevano abitare  a piazza Navona.  Non bisogna sorprendersi, all’epoca il centro di Roma conservava intatto il suo aspetto popolare. Come era credibile che in un attico  tra piazza Navona e Tor  Sanguigna abitasse la splendida Loren, nei panni di una prostituta nel film di Vittorio De SicaIeri, oggi e domani” (1963). Una pellicola entrata nell’immaginario con l’indimenticabile spogliarello della protagonista di fronte a Marcello Mastroianni.

Piazza Farnese è il set scelto da Pietro Germi per la pellicola “Un maledetto imbroglio” (1959): il palazzo è al civico 44. Pietro Germi, che interpreta il protagonista, ha adattato il film dal romanzo Quer  pasticciaccio brutto di via Merulana di Carlo Emilio Gadda. Insomma, un capolavoro della letteratura italiana del 900 e  uno dei migliori polizieschi della cinematografia italiana. Steno, sempre in piazza Farnese,  ambienta nel 1977 “Doppio delitto”: fra  antichi palazzi nobiliari, vicoli ancora vitali di artigianato, è bello vedere recitare Mastroianni , Peter Ustinov e la morbida Agostina Belli.

A Roma piazza Mattei viene spesso chiamata  la piazza della  fontana delle  Tartarughe; la splendida fontana al centro si è stampata nella memoria.  Palazzo Costaguti  si affaccia sulla piazza; qui Tom Ripley, interpretato da Matt Damon, si stabilisce durante il soggiorno romano. Il film in questione è “Il Talento di Mr Ripley” (1999) diretto da Anthony Minghella. Un giallo soffocante, tratto da un libro di Patricia Higsmith. Nello stesso film, la scena iniziale  è girata in una piazza Navona versione anni ’50.

Concludiamo la nostra promenade cinematografica, ricordando l’affascinante Julia Roberts che, seduta su una panchina, mangia un cono gelato a fianco di due suore. La scena è sempre Piazza Navona; alle spalle della Roberts la facciata di Santa Agnese in Agone. Il film “mangia prega ama” (2010) di Ryan Murphy.

Modifica

I luoghi dell'itinerario

Palazzo Farnese

Palazzo Farnese, uno dei più bei palazzi rinascimentali di Roma fu  iniziato nel 1514 da Antonio [...]

Piazza di Pietra

Un salotto all’aperto, chiuso su un lato dal colonnato del Tempio di Adriano.  Il tempio fu [...]

Pantheon

Appena entrate alzate gli occhi al cielo, un fascio di sole catturerà la vostra attenzione, uno [...]

Fontana delle Tartarughe

In pieno centro storico, la fontana delle Tartarughe è una delle più belle di Roma. Costruita [...]

Fontana di Trevi

La celebre fontana in stile rococò fu iniziata da Nicola Salvi  ( che vinse il concorso [...]

Piazza Navona

E’ sicuramente la più elegante e la più gioiosa piazza romana, sorta sulle ceneri dello Stadio [...]

Bocca della verità

La Bocca della verità è l’antico mascherone, probabilmente un antico tombino,  del diametro di metri  1,80, murato [...]