news | Page 7 | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

news

Il maritozzo

Title 
Il maritozzo
descrizione 

L’ottavo re di Roma

Soffice e irresistibile, il delizioso panetto è un peccato di gola al quale è difficile rinunciare.
È uno dei dolci più amati della tradizione gastronomica capitolina, le cui origini risalgono all'antica Roma. È allora che fa la sua comparsa una sorta di antenato del maritozzo: una grossa pagnotta a base di farina, uova, olio o strutto e sale, addolcita con uvetta e miele, preparata dalle donne come alimento sostanzioso per le giornate di lavoro all’aperto dei braccianti e dei pastori.

Nel Medioevo diminuisce leggermente la pezzatura, il sapore si arricchisce di frutta secca, come pinoli e canditi, e l’impasto, privo di strutto, si fa più scuro. Il maritozzo è noto come “Quaresimale”, unica, gustosa eccezione al periodo di digiuno imposto dai lunghi quaranta giorni prima della Pasqua. È così che il dolce diviene “er santo maritozzo”, celebrato nel 1833 dal grande poeta Giuseppe Gioachino Belli nel sonetto La Quaresima.

Una dolce sorpresa d’amore

Il nome stravagante e vagamente buffo del maritozzo nasce come nomignolo popolare dall’alterazione di “marito” e, in tempi più recenti, si lega a un’usanza davvero romantica: nell’Ottocento, il primo venerdì di marzo – l’allora giorno degli innamorati − i giovani fidanzati portavano in dono i piccoli panini dolci alle promesse spose. Le pagnottelle erano solitamente decorate con cuori di zucchero e nascondevano all’interno un anello o un altro gioiello d’oro.
Secondo la tradizione, in una specie di prova di abilità culinaria, anche le ragazze nubili preparavano i maritozzi per presentarli agli scapoli di turno, che poi sceglievano la futura moglie in base al miglior dolce ricevuto in omaggio.

Una bontà per tutte le ore

Dare un morso a un morbidissimo maritozzo ripieno di panna fresca è sicuramente uno dei modi più golosi per dare una partenza energica alla giornata.
Tuttavia, questo classico dolce della tradizione si è sdoganato, andando oltre i confini della colazione, e diventando un’ottima alternativa per una veloce pausa pranzo, una squisita merenda o un delizioso dessert dopocena.

Dalla classica farcitura di panna, i pasticceri e gli chef capitolini hanno dato via libera alla fantasia, realizzando nuovi e straordinari abbinamenti dolci e salati. Ecco fare capolino dalle vetrine di caffetterie e bistrot vere e proprie ricette gourmet, che spaziano da creazioni con cioccolato, confetture di frutta e crema chantilly a panini d’autore con pomodorini, baccalà, salmone, rucola, salumi, frutti di mare, carni pregiate, amatriciana e carbonara, fino a versioni vegane e gluten free.
Dolce simbolico della città, lo storico panetto è il protagonista del Maritozzo Day, una maratona celebrativa del gusto che coinvolge i migliori Maîtres Pâtissiers capitolini.

Ti potrebbe interessare anche

Pasta alla carbonara

La carbonara
Pasta alla carbonara

Uno dei piatti più amati della cucina tradizionale romana

TAG 
immagine copertina 
Il maritozzo
Modificato da redazione 

Le tue utility