Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio. Opere 1958-2015 | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio. Opere 1958-2015

Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.
Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.
Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.
Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.
Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.

“Vorrei fare un quadro molto grande, tutto bianco, con un piccolissimo segno al centro, ma piccolo” 
Luigi Boille

Il raffinato Casino dei Principi, immerso nella natura di Villa Torlonia, apre le sue porte alla prima grande antologica che Roma dedica a Luigi Boille in una sede istituzionale dopo la morte dell’artista nel 2015. Oltre ottanta opere ne raccontano il percorso artistico: nato a Pordenone ma romano d’adozione, fu uno tra i maestri storici della pittura astratto-informale europea, protagonista della scena pittorica contemporanea fin dai sui esordi a Parigi negli anni Cinquanta nell’ambito dell’informel e dell’art autre teorizzati da Michel Tapiè. 

 “La tensione operativa nella mia opera esprime il legame e il conflitto tra il pensiero concettuale e l’immediatezza di un gesto fulmineo: il segno. La felicità fisica del colore che inonda la superficie, memoria di una melodia dimenticata, raccoglie e unifica il linguaggio in divenire”. “Segno” e “linguaggio in divenire”, come l’artista si espresse nel 2001, sono l’elemento distintivo di una ricerca artistica originale e stimolante, in continua evoluzione e al contempo fedele a una cifra stilistica ben precisa. 

La mostra si apre al piano terra con le opere della fine degli anni Cinquanta, dove tele più colorate e fitte si affiancano a opere dominate dal segno. Il percorso prosegue con una serie di opere su carta che vanno dal 1958 al 2015, e con i dipinti realizzati tra il 1964 e il 1966, quando Boille rappresenta l’Italia al Guggenheim International Award di New York, e con le cinque grandi opere realizzate per la XXXIII Biennale di Venezia. Al piano superiore, una sala dedicata al giallo, colore spesso utilizzato dall’artista, in cui vibrazioni e segni sottili rendono ancora più intensa la luminosità. Poi le opere degli anni Settanta e Ottanta dove il segno si intensifica su una vasta gamma di colori o emerge in rilievo come materia. All'inizio degli anni Novanta i segni diventano più spessi e dinamici, mentre nell’ultima fase il segno si fa rarefatto e si staglia su ampie campiture di colore: un segno che è una grafia, una scrittura surreale che è stata accostata alla filosofia zen. 
 

Informazioni

Quando 
dal 21 Giugno 2019 al 3 Novembre 2019
POINT (12.511451 41.916074)
Contatti 
Sito web: 
www.museivillatorlonia.it/mostra-evento/luigi-boille-luoghi-di-luce-scrittura-del-silenzio
Orari 

Dal 21 giugno al 3 novembre 2019
da martedì a domenica ore 9.00 - 19.00
24 e 31 dicembre ore 9.00 - 14.00
La biglietteria chiude sempre 45' prima

N.B. per eventuali aperture e/o chiusure straordinarie consultare la pagina dedicata agli Avvisi

Share Condividi

Location

Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio. Opere 1958-2015, Via Nomentana, 70
Via Nomentana, 70
41° 54' 57.8664" N, 12° 30' 41.2236" E

Media gallery

Media gallery
Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio.

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility