Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Lucio Fontana. Terra e oro

Lucio Fontana. Terra e oro

Fino al 28 luglio, la Galleria Borghese dedica a due produzioni specifiche di Lucio Fontana, quella della ceramica e quella dei dipinti, selezionate rispettivamente nel tema delle Crocifissioni e in quello dell’oro, la mostra “Lucio Fontana Terra e oro”.

Fontana è il primo artista italiano del Novecento le cui opere, circa 50 realizzate per lo più tra il 1958 e il 1968, sono esposte all’interno del Museo in un percorso che coinvolge due sale nel piano delle sculture e sei sale nella galleria delle pitture.
Un dialogo fertile fra antico, moderno e contemporaneo con le opere presenti nella Galleria, dopo le rassegne già dedicate a Bacon, Giacometti e Picasso.

È per questo che solo Lucio Fontana, massimo innovatore dello spazio nell’arte moderna, può essere messo a confronto, senza sfigurare, ma anzi, approfondendo e arricchendo la comprensione di concetti cardine come quelli di collezione e di luogo, con opere come “Amor Sacro e Amor Profano” di Tiziano, la “Deposizione” di Raffaello, “La Madonna dei Palafrenieri” di Caravaggio, il “Ritratto d’uomo” di Antonello da Messina o la “Melissa” di Dosso Dossi e come le sculture di Gian Lorenzo Bernini.

L’evoluzione estetica tra Barocco e Neoclassicismo porta nuova ispirazione alla percezione dello spazio del Museo che ora può rinnovarsi e riconfigurarsi attraverso i modi della statuaria, delle superfici dipinte, dell’estensione del gusto collezionistico.

Con Fontana alla Galleria Borghese, straordinario esempio di arte barocca, lo spazio, sommo problema dell’arte figurativa dalle sue origini, viene espresso in tutto il suo potenziale, nel modo più innovativo e dirompente, perché Fontana lo spazio non lo rappresenta, lo crea.

«Il taglio, il buco, non sono distruzione del quadro, cosa di cui sono stato sempre accusato, ma un gesto informale per creare una dimensione al di là del quadro, oltre la tela, un gesto di libertà nel concepire l’arte attraverso qualunque mezzo e qualunque forma». (Lucio Fontana)

È una nuova concezione filosofica e fisica dello spazio che da finzione della rappresentazione, quale era lungo il percorso della storia dell’arte, spazio codificato e ideale, diviene, tra le mani di Fontana, spazio nuovo e luogo concreto del reale. In rapporto osmotico con la modernità e il contemporaneo, lo spazio ideale dell’opera d’arte non si contrappone più allo spazio fisico in cui viviamo e interagiamo, ma si liquefà e si fonde ad esso attraverso le fenditure sulle tele. I dipinti d’oro di Fontana sono la massima esaltazione di questa nuova dimensione spaziale in un contesto come la Galleria Borghese dove questo, massima astrazione antinaturalistica, penetra e informa di sé tutto lo spazio.

Per sottolineare con maggiore potenza la dirompente rivoluzione estetica e concettuale compiuta dall’artista con i ‘buchi’ e i ‘tagli’, le opere in oro di Fontana sono affiancate dalla sua produzione di ceramiche, una serie di Crocifissioni, tutte ancora fortemente pervase di luce barocca e ancora legate all’idea spaziale di “rappresentazione”.

Informazioni

Quando 
dal 21 Maggio 2019 al 25 Agosto 2019
POINT (12.491986 41.914048)
Contatti 
Acquisto online: 
https://www.gebart.it/musei/galleria-borghese/
Sito web: 
http://www.galleriaborghese.beniculturali.it/it/mostra/lucio-fontana-terra-e-oro
Orari 

dal 21 maggio al 28 luglio 2019 - prorogata al 25 agosto 2019
Martedì-domenica ore 9.00 - 19.00 con accesso ogni due ore (9.00; 11.00; 13.00; 15.00; 17.00)
Ultimo ingresso alle ore 17.00
Chiusa lunedì

Chiusa al pubblico l’ultimo turno di visita, dalle 17.00 alle 19.00, del giorno 21 maggio.

Giorni di chiusura 
Lunedì
Share Condividi

Location

Lucio Fontana. Terra e oro, Piazzale del Museo Borghese, 5
Piazzale del Museo Borghese, 5
41° 54' 50.5728" N, 12° 29' 31.1496" E

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility