Antico Siam - Lo Splendore dei Regni Thai | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Antico Siam - Lo Splendore dei Regni Thai

Dettaglio Statuina stile ayutthaya Buddha sec. XV
Buddha in abito monastico sec. XVIII
Buddha in paramenti regali sec. XIX
Collana Periodo Collana Periodo Proto-Dvaravati - Dvaravati
Coppia di phan ratthamnun fine sec. XIX
Manico di bastone in argento fine sec. XIX inizio sec. XX
Statuina stile ayutthaya Buddha sec. XV
Testa Buddha stile sukhothai sec. XV-XVI
Testa Buddha stile ayutthaya sec. XVI-XVII
Tho song taeng - Periodo Rattanakosin
Urna cineraria - fine sec. XIX

Fino al 30 settembre 2019, il MuCiv - Museo delle Civiltà ospiterà "Antico Siam. Lo Splendore dei Regni Thai", la mostra a completamento delle celebrazioni del 150° anniversario dell'apertura delle relazioni diplomatiche tra Italia e Thailandia, ufficializzata con un trattato, ratificato dalla Camera dei Deputati del Regno d’Italia nel 1869.

L’esposizione è prevalentemente incentrata sulle collezioni di arte thailandese del Museo e impreziosita da una selezione di opere provenienti da altre collezioni romane di arte thai, o collegate a figure di eminenti italiani che operarono in Thailandia all’epoca del Trattato e nei decenni immediatamente successivi.

Le opere esposte accompagneranno il visitatore illustrando diversi aspetti della creatività e della cultura delle genti che nel corso dei millenni abitarono le regioni della Thailandia, dall’inizio della locale Età neolitica (ca. 2200-1100 a.C.) al 1911, anno in cui il Siam fece mostra della sua produzione artistica e industriale all’Esposizione Internazionale di Torino.

Particolarmente importante, tra i documenti storici in mostra, è l’originale del “Trattato di Amicizia e Commercio” del 1868, esposto per gentile concessione dell’Unità di Analisi, Programmazione, Statistica e Documentazione Storica della Segreteria Generale del MAECI.
Un aspetto particolare è infine quello legato all'interesse italiano per i periodi più antichi dell’archeologia della Thailandia. Saranno per la prima volta esposti diversi manufatti di Età Neolitica, dell’Età del Bronzo e del Ferro, provenienti da siti scavati nella Provincia di Lopburi, inclusi vasi fittili ornati da misteriosi motivi decorativi deposti nei corredi funebri di Età neolitica.

La mostra, a cura del MuCiv e dell'ISMEO (Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l'Oriente), d'intesa con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e  patrocinata dalla Regione Lazio, ha luogo nel Salone delle Scienze del Museo Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini'.

Tra le opere thailandesi presentate: una testa del Buddha di stile sukhothai (Scuola Khampaeng-pet) in bronzo colato “a cera persa” su nucleo di terracotta (secoli XV-XVI ); una statuina di stile ayutthaya raffigurante il Buddha in bronzo colato “a cera persa” su nucleo di terracotta, tracce di doratura (secolo XV); una testa di Buddha di stile ayutthaya in stucco dipinto e dorato, vetro e madreperla (secoli XVI-XVII); Tho song taeng, contenitore per cosmetici, unguenti o profumi, con decorazione a motivi floreali ripetuti, in lega metallica e smalti policromi e oro del tipo bencharong-lai nam thong (Periodo Rattanakosin, ca. 1809-1824); un Buddha in abito monastico, con entrambe le mani nel gesto della rassicurazione (abhayamudra), su piedistallo a fiore di loto in bronzo dorato (secolo XVIII);  un Buddha in paramenti regali (song kruang yai) su un cuscino a fiore di loto posto su un piedistallo e protetto da un alto parasole (chattra, simbolo di regalità) in stile rattanakosin maturo in bronzo dorato, tessere di specchio, pigmento rosso (secolo XIX); un’urna cineraria (chedi) in lega di rame dorata e laccata su anima di legno, vetri rossi e verdi, tessere di specchio, quarzi e argento (fine secolo XIX); una coppia di phan ratthamnun, coppe su piedistallo decorato a petali di fiore di loto, usate per la presentazione di offerte al Buddha o a personaggi di alto rango, realizzate in legno laccato e dorato, lega di rame dorata, vetri rossi e verdi, quarzi (fine secolo XIX); un manico di bastone in argento finemente decorato con una scena raffigurante due creature divine (thewada) che danzano in cielo, (fine secolo XIX-inizio secolo XX); una maschera del teatro khon raffigurante il demone Tosakanth, in cartapesta, rame, colori, foglia d’oro, vetri (secolo XX); ottantatre vaghi per collana di diversa materia e tipo (montatura moderna) del Periodo Proto-Dvaravati (secoli III-VI d.C.) - Dvaravati (secoli VI-XI d.C.), in corniola, agata, quarzo, vetro, pasta vitrea. 

Ti potrebbe interessare anche

Roma contemporanea

Palazzo della Civiltà Italiana
Maxxi
Auditorium
Roma contemporanea
Itinerari a tema
Share Condividi

Informazioni

Quando 
dal 18 Maggio 2019 al 17 Novembre 2019
POINT (12.471421 41.83333)
Contatti 
Sito web: 
www.museocivilta.beniculturali.it/eventi-mostre/item/286-antico-siam.html
Orari 

Dal 18 maggio al 30 settembre 2019 - prorogata al 17 novembre 2019
martedì-domenica ore 8.00-19.00
Chiuso lunedì
La biglietteria chiude 30 minuti prima

Costi 
Intero: 
10.00
Giorni di chiusura 
Lunedì
Share Condividi

Location

Antico Siam - Lo Splendore dei Regni Thai, Piazza Guglielmo Marconi, 14
Piazza Guglielmo Marconi, 14
41° 49' 59.988" N, 12° 28' 17.1156" E

Media gallery

Media gallery
Buddha in abito monastico sec. XVIIIBuddha in paramenti regali sec. XIXCollana Periodo Collana Periodo Proto-Dvaravati - Dvaravati Coppia di phan ratthamnun fine sec. XIXManico di bastone in argento fine sec. XIX inizio sec. XXStatuina stile ayutthaya Buddha sec. XVTesta Buddha stile sukhothai sec. XV-XVITesta Buddha stile ayutthaya sec. XVI-XVIITho song taeng - Periodo RattanakosinUrna cineraria - fine sec. XIX

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility