Nella ricorrenza internazionale del Giorno della Memoria, celebrata il 27 gennaio di ogni anno in commemorazione delle vittime dell’Olocausto, i Musei Vaticani ricordano l’orrore della Shoah attraverso un’iniziativa espositiva che per il terzo anno consecutivo vede protagonista la Collezione d’Arte Contemporanea, e in particolare una sua opera, individuata per affinità tematica, singolare genesi creativa, forte valenza simbolica e profonda carica emozionale.

Per il 2019, a ricordare il dramma dello sterminio degli ebrei sarà Dachau, il prezioso e delicato disegno eseguito nel 1945 dal pittore e incisore Anton Zoran Mušič proprio durante la sua prigionia nel campo di concentramento tedesco.

«Disegnavo tutto il tempo, non appena potevo. – Così descrive l’artista il suo primo approccio al disegno e la sua funzione salvifica – Avevo trovato dei pezzi di carta nell'ufficio degli architetti e mi sono chiuso dentro l'infermeria, la baracca dove si stipavano i malati, durante un'epidemia di tifo. Le SS avevano paura di entrare e quindi ho potuto disegnare liberamente per la prima volta».

L’opera, (sanguigna su cartoncino), è entrata recentemente a far parte delle collezioni vaticane grazie alla generosa donazione di Giovanna e Armando Santus, e sarà eccezionalmente esposta dal 26 gennaio al 2 marzo 2019 lungo il percorso museale dedicato all’arte contemporanea.

Periodo

dal 26-1-2019 al 2-3-2019

Orario

dal 26 gennaio al 2 marzo 2019
lungo il percorso museale dedicato all’arte contemporanea
orari e costi consueti dei Musei Vaticani

Sede

Musei Vaticani

Indirizzo

Viale Vaticano, 100

Contatti

Sito web: http://www.museivaticani.va/content/museivaticani/it/eventi-e-novita/notizie/2019/giorno-della-memoria-2019.html