Uno degli stadi più amati d’Italia ha raggiunto i 60 anni d’età.   In realtà, i lavori di costruzione iniziarono nel 1927 su progetto di Enrico Del Debbio, nell’ambito del Foro Mussolini divenuto, dopo la guerra, Foro Italico.     Lo Stadio dei Cipressi, questa la sua originaria denominazione, venne inaugurato nel 1937; ulteriori lavori di ampliamento si fermarono durante il conflitto.     Nel 1953, in previsione della XVII Olimpiade, la struttura venne inaugurata, il 17 maggio, con la partita di calcio Italia –  Ungheria.  Da notare che, fino alla inaugurazione olimpica del 1960, il complesso venne chiamato Stadio dei Centomila; la cerimonia di apertura e di chiusura dei giochi olimpici, oltre alle gare di atletica, avvenne al suo interno. Radicali interventi di ristrutturazione dell’Olimpico sono stati attuati duranti il campionato mondiale di calcio del 1990; interventi che ne hanno in buona parte mutato la precedente fisionomia, che meglio si integrava con il paesaggio verde ai piedi della collina di Montemario.     In equilibrio fra sport e spettacolo, lo stadio Olimpico ospita le partite interne della Roma e della Lazio, gli incontri della nazionale di Rugby nel torneo delle Sei Nazioni, il Golden Gala di atletica leggera; ma anche, negli anni, la tromba di Miles Davis e la voce di Tina Turner, la sensualità di Madonna e David Bowie insieme alla carica vitale dei Rolling Stones, uniti alla Tosca di Puccini e al Giubileo degli sportivi di Giovanni Paolo II.

Indirizzo

Piazzale del Foro Italico

Sito web: www.coni.it

Telefono: 0039 06 36857563

Orario

Lo stadio è aperto esclusivamente durante gare, eventi sportivi, concerti ecc.