I romani nutrono storicamente una grande passione per gli ortaggi tanto da dedicargli molte preparazioni povere ed agresti . Basti pensare che fino a tutto l’Ottocento Roma era disseminata di orti: famoso era quello del Greco alla Quattro Fontane e quelli nei quali era stata suddivisa l’area del Circo Massimo. Solo durante l’occupazione tedesca gli orti furono spostati in periferia. Oltre alle fave, alla cicoria, alla misticanza, ai carciofi, un posto privilegiato spetta sicuramente al peperone con piatti della cucina romana che si gustano prevalentemente nel periodo estivo ed autunnale sino ad ottobre, in coincidenza con la loro maturazione.   Rosso, giallo o verde e con forme differenti, il peperone è originario delle Americhe. Quello di Pontecorvo, in provincia di Frosinone, riferibile alla specie “Capsicum annum” denominato “Cornetto di Pontecorvo” è una dop prelibata della nostra regione, che sin dal 1830, quando il principato di Pontecorvo ricadeva nel dominio della Santa Sede, ha trovato nei terreni leggermente calcarei del frusinate e nell’azione migatrice del mare un’area particolarmente adatta alla sua produzione. Riconoscerlo sui banchi del mercato è semplice.

Il suo colore è rosso, la buccia e la polpa sono sottili; la forma è cilindrica ed allungata ed il suo profumo è vegetale. In bocca è particolarmente sapido e dal sapore dolce ma pungente ed in cucina è molto versatile tanto da essere ottimo fresco, in insalata, in pinzimonio, in agrodolce, ma anche cotto come contorno a secondi piatti. In cucina seguiamo la tradizione.

Proponiamo un grande classico della cucina romana preparato in famiglia in occasione del Ferragosto, ottimo anche da gustare freddo, e seguito sempre da una fetta di anguria ghiacciata: il pollo alla romana con i peperoni. Attenzione come la stessa Ada Boni nel suo “La cucina romana” tiene a sottolineare, la ricetta del “peperone in padella” alla romana si esegue esclusivamente con il peperone verde. Mettiamoci ai fornelli seguendo la tradizione romana!

La ricetta: Pollo con i peperoni alla romana
Ingredienti per 4 persone
•1 pollo tagliato in 8 pezzi
•50 g di prosciutto
•1 spicchio di aglio
•1 cucchiaio di maggiorana fresca
•1/2 bicchiere di vino bianco
•3 o 4 pomodori media grandezza
•4 peperoni verdi
•1 cipolla
•10 cl di olio d’oliva extra-vergine
•Sale e pepe qb

Preparazione
Soffriggere in padella il prosciutto con 2 cucchiai d’olio, aggiungere il pollo e farlo rosolare aggiustando a proprio gusto una volta che sarà ben dorato con il sale e con il pepe. Aggiungere poi uno spicchio di aglio schiacciato, la maggiorana sminuzzata ed il mezzo bicchiere di vino. Dopo che il vino si sarà asciugato aggiungere i pomodori spellati, privi di semi, e ridotti in pezzettini.
Importante: cuocere a fuoco vivace, se il sugo si asciuga troppo aggiungere dell’acqua. A parte far arrostire i peperoni ed una volta pronti spellarli e tagliarli a listarelle di 2 cm privandoli dei semi. In una padella mettere 1 cipolla e olio. Quando la cipolla si sarà imbiondita aggiungere i peperoni e aggiustarli con il sale abbassando la fiamma e coprendo con un coperchio per una 20 minuti. Una volta pronti, quando saranno teneri e saporiti, unirli al pollo. Mescolare il tutto con cura. Da servire caldo o freddo.

Il pollo con i peperoni è una ricetta della tradizione proposta in diverse varianti ed inserita a menu esclusivamente durante il periodo di maturazione dei peperoni.