Il museo Napoleonico è un raro esempio di Casa Museo, nel quale è possibile attraversare una storia lunga più di un secolo. In mostra opere che ricostruiscono le grandi imprese di imperatori e personaggi illustri e opere legate alla storia del quotidiano, degli oggetti di uso comune, delle memorie private. I dipinti che celebrano le imprese napoleoniche si affiancano quindi ai cimeli e alle memorie di personaggi ormai dimenticati dal tempo.

In ogni ambiente del Museo Napoleonico è possibile scoprire un’opera, un oggetto, un arredo particolare o raro, ogni volta differente per tipologia, genere e stile. Oltre quindi ai ritratti ufficiali di Napoleone e della sua famiglia (la madre Letizia, la prima moglie Josephine, i fratelli Luigi, Luciano ed Elisa), nelle prime sale è esposta una straordinaria collezione di oggetti d’arte decorativa: miniature, gioielli, porcellane, bronzi, ritratti su cera, la cui importanza è riconosciuta a livello internazionale.

Le raccolte del museo presentano tre momenti ben distinti:

– il periodo napoleonico vero e proprio, testimoniato da grandi tele e busti dei maggiori artisti dell’epoca, che ritraggono in pose auliche e convenzionali numerosi esponenti della famiglia imperiale;

– il cosiddetto periodo “romano”, dalla caduta di napoleone all’ascesa di napoleone III;

– il periodo del secondo impero, con dipinti, sculture, incisioni, mobili, oggetti, tutti riferibili a quel periodo della storia francese dominato dalla figura di napoleone III.

L’attuale sistemazione del museo, frutto dei recenti lavori di restauro delle sale, rispecchia nelle linee generali le indicazioni lasciate da Giuseppe Primoli. Gli ambienti conservano in alcune sale i soffitti del settecento a travetti dipinti, mentre i fregi che corrono lungo le pareti delle sale VIII, IX, X risalgono ai primi decenni dell’ottocento, quando il palazzo era passato già in proprietà dei Primoli. I fregi della III e V sala, come indicano il “leone rampante” dei Primoli e “l’aquila” dei Bonaparte, sono successivi al matrimonio di Pietro Primoli con Carlotta Bonaparte, avvenuto nel 1848.

Indirizzo

Piazza di Ponte Umberto I, 1

Email: museonapoleonico@comune.roma.it

Email: eventi.aziendali@zetema.it per eventi aziendali privati

Facebook: www.facebook.com/pages/Museo-Napoleonico/153958015596

Fax: -

Instagram: http://www.instagram.com/museiincomuneroma/

Prenotazione telefonica: Per singoli, gruppi e scuole 060608 tutti i giorni 9.00-19.00. Con la prenotazione è possibile evitare la fila presentandosi direttamente alla cassa.

Sito web: www.museonapoleonico.it

Telefono: 0039 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

Twitter: http://twitter.com/museiincomune

Servizi

Audioguida

Guardaroba

Laboratori didattici

Visite didattiche

Visite didattiche per le scuole

Visite tattili per ipovedenti e non vedenti

Orario

Da martedì a domenica ore 10.00-18.00 La biglietteria chiude mezz'ora prima
Chiuso lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre