La cultura dell’acqua prima ancora di legarsi alla balneazione era incardinata nelle pratiche spirituali, terapeutiche e rigeneranti ed ha origini molto antiche. Nei cerimoniali del mondo antico era diffuso il “bagno sacro”, simbolo di purezza, così come era praticato il “bagno terapeutico”, con finalità curative. Quest’ultimo era già nel IV secolo a.C. propedeutico alle terapie di Asclepio che esercitava ad Epidauro, città dell’Argolide ritenuta santuario della medicina.

Le terme hanno radici molto antiche e se oggi sono spesso associate alla fruizione di un tempo ludico e rigenerante, agli albori era forte ed esplicita la finalità curativa legata alle acque naturali. Già i Romani consideravano la pratica della balneazione utile e salutare ma non si privavano di integrarla con attività ricreative e sportive.

Ne costituiscono un esempio le terme di Diocleziano, erette tra il 298 e il 306 d.C.,con un’estensione di 13 ettari includevano oltre al complesso termale, palestre, biblioteche ed una piscina. Anche qui sono presenti gli elementi essenziali del complesso termale, descritti già da Vitruvio, architetto e scrittore romano, nel I secolo a.C.; si tratta delle tre aule (frigidarium,tepidarium, calidarium), il laconicum (destinato alla traspirazione del corpo) e l’apodyterium (spogliatoio) che appaiono già nelle terme del Foro a Pompei (I secolo a.C.). Il benessere e la balneazione dell’epoca contemporanea ricalca gli aspetti ludici e rigeneranti del balnea praticato nell’antichità.

Puoi rivivere e assaporare le forme moderne del benessere nei centri benessere e spa presenti in riva al mare. Apprezza il significato odierno della balneazione; in tempi non molto lontani, nel 1929, così venivano esaltate le potenzialità della spiaggia di Ostia “ha la caratteristica di essere molto aperta e di avere uno specchio d’acqua molto ampio, riccamente assolato e facilmente battuto dai venti. L’apertura dello specchio d’acqua ha il pregio grandissimo di un moto ondoso più intenso, di correnti marine più libere per cui l’acqua è più pura e si rinnova incessantemente e il bagnante è obbligato ad un moderato ma continuo esercizio muscolare e riceve dal moto ondoso un massaggio generalizzato. La temperatura dell’acqua può dirsi raggiunga il massimo non solo per la ricca insolazione, ma anche per la sua speciale natura della sabbia”.

Scarica l’mp3 de LE TERME E IL BENESSERE