Allestita in contemporanea nelle due sedi di Palazzo Venezia e di Castel Sant’Angelo, la mostra è costruita intorno al capolavoro di Giorgione, I due amici, un doppio ritratto ormai da tempo considerato dalla critica come uno dei capisaldi del maestro di Castelfranco. L’opera rappresenta un punto di svolta epocale nella ritrattistica italiana del primo Cinquecento, in quanto i suoi elementi ne fanno l’archetipo di una nuova idea del ritratto, che intende sottolineare lo stato d’animo e l’espressione dei sentimenti d’amore.

Il doppio ritratto di Giorgione è conservato nelle collezioni di Palazzo Venezia, ma è attestato a Roma fin dall’inizio del Seicento, a testimonianza dei fili storici che legano la figura di Giorgione a Roma, nel quadro di una rete, ben più ampia,  dei rapporti intercorsi tra Venezia e la Città eterna, che ebbero il loro palcoscenico privilegiato proprio nel Palazzo di Venezia.

Ed è proprio nell’Appartamento Barbo che si sviluppa la prima sezione della mostra, dedicata a quelle vicende storiche e alla straordinaria novità de I due amici di Giorgione nelle vicende artistiche del primo ‘500.

La mostra prosegue a Castel Sant’Angelo, negli Appartamenti papali, dove è allestita la seconda sezione, con altre opere provenienti da importanti musei del mondo, di grandi maestri del Cinquecento tra cui Tiziano, Tintoretto, Romanino, Moretto, Ludovico Carracci, Bronzino, Barocci e Bernardino Licinio. Opere che conducono il visitatore in quei labirinti esistenziali che ogni uomo porta in sé e che si riflette anche nell’esperienza amorosa, tra innamoramento e approdo matrimoniale, tra abbandono e nostalgia.

Il percorso espositivo comprende complessivamente 45 dipinti, 27 sculture, 36 libri a stampa e manoscritti, oltre a numerosi altri oggetti, stampe e disegni.

La mostra è curata da Enrico Maria Dal Pozzolo , fra i massimi specialisti di pittura veneta fra l’età rinascimentale e barocca, con la collaborazione di un prestigioso comitato scientifico composto da Lina Bolzoni, Miguel Falomir, Silvia Gazzola, Augusto Gentili e Ottavia Niccoli. E’ promossa e organizzata dal Polo Museale del Lazio con la collaborazione di Civita Mostre.

dal 24-6-2017 al 17-9-2017

Sede Museo Nazionale del Palazzo di Venezia

Sede Museo Nazionale di Castel Sant\'Angelo

Indirizzo

Via del Plebiscito, 118

Lungotevere Castello, 50

Fax: .

Sito web: www.mostragiorgione.it

Telefono: +39 06 32810 (lun-ven ore 9-18; sab ore 9-13)

Orario

Dal 24 giugno al 17 settembre 2017 con i seguenti orari:

Palazzo Venezia
Mar-dom ore 8.30 - 19.30
Chiuso lunedì
(La biglietteria chiude un'ora prima)
In occasione degli eventi serali e della rassegna "il Giardino ritrovato" il Palazzo sarà visitabile fino alle 23,30

Castel Sant'Angelo
Tutti i giorni ore 9.00-19.30
(La biglietteria chiude 1 ora prima)
In occasione degli eventi serali della rassegna Sere d’Arte il Castello sarà visitabile fino alle 23,30

Periodo

24-6-2017 al 17-9-2017