Alla fine del periodo repubblicano, quando Roma era ormai divenuta la capitale di un enorme impero che si estendeva dalla Gallia all’Asia Minore, l’antico Foro romano si rivelò insufficiente alle funzioni di centro amministrativo e monumentale della città. Giulio Cesare, nel 54 a.C., provvide per primo alla realizzazione di una nuova piazza, considerata all’inizio come un semplice ampliamento del Foro repubblicano.

Al Foro di Cesare seguirono il Foro di Augusto, il Foro Transitorio (costruito da Domiziano e inaugurato da Nerva) ed, infine, il Foro di Traiano certamente il più grandioso. L’insieme di queste aree archeologiche costituisce, da un punto di vista urbanistico, un complesso organico ridenominato in epoca moderna dei “Fori Imperiali” che si estende tra il Campidoglio ed il Quirinale. Tra il 1924 ed il 1932 i Fori Imperiali vennero riportati alla luce a seguito della demolizione degli edifici costruiti nell’area per la realizzazione dell’attuale Via dei Fori Imperiali.

Indirizzo

Via dei Fori Imperiali

Prenotazione telefonica: 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00)

Sito web: www.sovraintendenzaroma.it/i_luoghi/roma_antica/aree_archeologiche/fori_imperiali

Orario

L'area dei Fori Imperiali è sempre visibile da Via dei Fori Imperiali.

Dal 25 novembre i Fori imperiali sono visitabili previa prenotazione, secondo il seguente percorso:
L’ingresso all’area è a Piazza Santa Maria di Loreto, presso la Colonna Traiana. Il percorso di visita, seguendo la passerella presente nel sito, toccherà una parte del Foro di Traiano, passerà sotto via dei Fori Imperiali percorrendo le cantine delle antiche abitazioni del Quartiere Alessandrino, attraverserà il Foro di Cesare e terminerà in prossimità del Foro di Nerva, da dove si uscirà su Via dei Fori Imperiali. 

Anche i Fori Imperiali rientrano nel progetto “Archeologia in Comune” della Sovrintendenza Capitolina, come gli altri monumenti del territorio :

• il mercoledì, a partire dal 30 novembre, la visita (gratuita e con un unico turno alle 11.30) sarà svolta dai funzionari dell’Ufficio Fori Imperiali, esclusivamente in lingua italiana. Si pagherà in ogni caso l’accesso all’area (4€ a persona per l’intero e 3€ per il ridotto). Il numero massimo di persone consentito per gruppo sarà di 20.

-----------------------------------------------------

Il complesso dei Mercati di Traiano è visitabile invece con il biglietto d'ingresso al Museo dei Fori Imperiali (Via IV Novembre, 94).