L’Air Terminal della stazione Ostiense, costruito dall’architetto Julio Lafuente, per i Mondiali di calcio del ’90, si è trasformato in quattro piani di buon cibo: frittura salutista con i migliori olii italiani, mozzarella di bufala prodotta secondo la più rigorosa tradizione casertana, pane fatto lievitare con lievito madre di 35 anni, pasta espressa, panini d’autore e piadine romagnole. La birra è prodotta direttamente nel birrificio interno alla stazione, il caffè tostato all’istante e la cioccolata sgorga calda dai rubinetti dello stand mentre una sezione pasticceria farà la gioia dei golosi.

All’interno dell’ “hub” sono presenti tanti ristorantini a tema dove si ha la possibilità di scegliere quello che più si desidera. Dalla pasta, rigorosamente di Gragnano, alla pizza fatta con farina biologica e lievito madre, alla carne de La Granda, al pesce proveniente dal litorale laziale, al fritto fragrante di Pasquale Torrente, ai salumi e formaggi, alla mozzarella di bufala e alle verdure di stagione sempre freschissime.

Al quarto piano c’è il Ristorante Italia. Ristorante gourmet, dove la biodiversità italiana e lo chef Gianluca Esposito esaltano il sapore dei piatti.

Inoltre all’interno di Eataly Roma ogni reparto di vendita è preceduto da aree, chiamate didattiche ed emozionali, attraverso le quali si racconta ai clienti la storia, la cultura e le caratteristiche dei prodotti.

All’interno di Eataly Roma trovate:
LA FABBRICA DI BIRRA: una vera e propria piccola fabbrica di birra che produce dal vivo le birre artigianali ideate da Leonardo di Vincenzo, Teo Musso e Sam Calagione. L’ammostamento, la filtarzione, la fermentazione: tutto osservabile dal vivo per vedere e capire come nasce una grande birra.

PANE A LEGNA: il forno a legna con piano rotante di tre metri e tutte le lavorazione a vista. Vedete i nostri panettieri impastare le farine biologiche macinate a pietra e aggiungere il lievito madre naturale. Li vedrete infornare e sfornare 30 diversi formati di pane e 20 tipi di pizze e focacce.

MOZZARELLA SHOW: Roberto Battaglia, da Caserta, produrrà dal vivo la mozzarella e le altre specialità casertane. Sarà emozionante vedere la cagliata di bufala che si trasforma in mozzarella dalle sapienti mani dei maestri casari.

LE SFOGLINE DELLA PASTA: Egidio Michelis, con i figli Marco, Cristina e Mario, produce pasta artigianale lavorata a mano e di alta qualità nel pastificio di Mondovì (Cuneo), fondato dal nonno nel 1919. Tre generazioni dedite ad impastare acqua, farina e uova e a creare i ripieni nel profondo della tradizione e con un’attenzione senza eguali alle materie prime. I Michelis portano a Eataly Roma l’immenso amore per il loro mestiere e la loro cultura. Nel pastificio di Eataly c’è un tavolo a vista con esperti sfoglini che fanno la pasta a mano in tutti i formati tipici della tradizione italiana.

LA TOSTATURA DEL CAFFE’: Vergnano, storica azienda piemontese, ha allestito una vera e propria officina di tostatura interamente a vista, insieme ai presidi Slow Food: HUEHUETENANGO in Guatemala e HONDURAS per creare il caffé delle Terre Alte. Tutti i visitatori possono gustare un espresso di caffè appena tostato, e assistere a tutte le fasi della tostatura artigianale del caffè.

L’ORTO DIDATTICO: nel percorso del mercato dell’ortofrutta di Eataly Roma, Slow Food ha allestito due piccoli orti didattici. La cura di questi orti è stata affidata ad alcuni pensionati del quartiere Ostiense, mentre i bambini, nel quadro dei corsi di educazione alimentare di Eataly, attraverso gli orti, imparano a coltivare le verdure. Lattuga, prezzemolo, carote, cipolle e molte altre varietà di ortaggi vengono coltivati direttamente dentro Eataly.

LA CREMA DI CIOCCOLATO: Venchi, centenario cioccolatiere di qualità produce all’interno di Eataly le sue strepitose creme spalmabili: la gianduia e la fondente. I clienti di Eataly possono così assistere in diretta al lavoro della temperatrice che miscela cacao e nocciole Piemonte igp, con l’olio extravergine d’oliva Roi, ottenendo così una crema che esce ancora calda.

LA PASTICCERIA: Luca Montersino è considerato uno dei più grandi pasticceri al mondo. Malgrado la sua giovane età ha già conquistato i più prestigiosi palchi internazionali. La pasticceria di Eataly è al piano terra, dotata di un laboratorio completamente vetrato che consente vedere da vicino come nasce un dolce artigianale di grande qualità. Nelle sue creazioni la bontà assoluta si coniuga con un moderato uso dello zucchero e con la totale assenza di ingredienti di sintesi.

LA LAVORAZIONE DEL PESCE: il reparto in cui avvengono tutte le fasi relative alla lavorazione del pesce è completamente a vista. Attraverso le vetrate si può osservare come si lavora il pesce, come si pulisce e come lo si prepara prima di porlo sul ghiaccio. Guida le operazioni Nando Fiorentini, pescatore dell’Argentario per 20 anni.

LA LAVORAZIONE DELLA CARNE: tutte le operazioni più importanti di macelleria, quelle che normalmente avvengono in laboratori chiusi alla vista, a Eataly sono osservabili attraverso la vetrata del laboratorio della macelleria. Lo ha voluto Sergio Capaldo, fondatore de La Granda, presidio Slow Food, e impegnato da anni nella divulgazione relativa alla cultura della carne buona e sana.

LA LAVORAZIONE DEI SALUMI E FORMAGGI: un’ampia vetrata al lato del banco vendita permetterà di osservare la disossatura dei prosciutti, l’apertura delle forme di grana e di parmigiano e le altre operazioni relative alla tradizione norcina e casearia italiana. Massimo Pezzani, dell’Antica Ardenga di Soragna (Pr) è maestro nel campo dei salumi, mentre Fiorenzo Giolito, affinatore di Bra (Cn) cura il lavoro nel reparto formaggi.

Indirizzo

Piazzale 12 Ottobre 1492

Facebook: http://www.facebook.com/eatalyroma?ref=hl

Sito web: www.roma.eataly.it

Telefono: 0039 06 90279201

Twitter: http://twitter.com/eatalyroma

Orario

Orario di apertura: tutti i giorni orario continuato 10.00-24.00