La frutta ha un posto di grande rilievo nelle cucina della tradizione romana ed al lei sono dedicate molte preparazioni. Ada Boni nel suo “Il Talismano della felicità” ne distingue quattro categorie, le oleose, mandorle, nocciole, pinoli, pistacchi e noci, le acidule ,tra cui in questa stagione la pera, la mela, la prugna, la susina ed il cocomero, le amidacee con le castagne e le zuccherine, categoria quest’ultima nella quale inserisce l’uva insieme al fico. Nel nutrito ventaglio delle produzioni ortofrutticole romane, spicca una tipologia di uva, nome scientifico Vitis vinifera, quella Pizzutella di Tivoli detta anche uva corna per la forma allungata dell’acino, di cui già Plinio il Vecchio nel suo Naturalis Historia, forniva i primi ragguagli botanici. Le particolari condizioni ambientali della campagna romana furono talmente favorevoli a questa pianta che la stessa fu largamente coltivata nella sua varietà bianca e tutt’ora la possiamo trovare sui banchi del mercato sopratutto tra la fine di agosto ed i primi di settembre. Una della ricette tradizionali della cucina romana, che sdegna tutte le complicazioni a favore della massima semplicità, è la caratteristica insalata di misticanza, ovvero l’antica insalata mista, “da mescolanza”,da cui deriva il nome, composta da diverse tipologie di insalate, alcune anche selvatiche, che si raccoglievano negli orti romani,a cui venivano aggiunti alcuni chicchi di uva. Una misticanza rinomatissima era quella che veniva offerta sino al secolo scorso dai frati cappuccini che recandosi a domandare l’obolo nelle famiglie dei loro benefattori, lasciavano a quest’utimi un po’ della loro squisita mescolanza composta da una fragrante varietà di insalate come il caccialepre, la riccetta, la barba di frate, l’indiviola, il cerfoglio, la lattughella, la ruchetta e l’erba noce.

La ricetta: insalata di misticanza con l’uva pizzutella
Ingredienti per 4 persone

  • 200 gr di insalata mista con indivia, lattuga, ruchetta, riccetta.
  • 1 grappolo di uva pizzutella
  • olio d’oliva extra-vergine
  • Sale qb

Preparazione
Lavare abbondantemente le insalate, asciugare e porre in una insalatiera. Aggiungere alcuni chicchi di uva precedentemente sgranati e risciacquati. Condire con olio extravergine di oliva e sale.