A Roma la pizza è da sempre pretesto per  uno spuntino, un vero e proprio pasto o una semplice merenda a qualsiasi ora del giorno.

Tra le  tradizionali pizze tipiche della cucina romanesca spicca tra tutte la semplice pizza bianca, mangiata a metà mattinata ed acquistata dal fornaio, o riempita, quando è stagione, con delle fette di prosciutto dolce e dei fichi sbucciati per una “pizza e fichi” unica e molto gustosa.

Ma Roma si è saputa spingere oltre la tradizione ed ha dato vita ad una nuova era della pizza che ha trasformato la capitale in un luogo dove la pizzeria, al taglio o classica al piatto, è luogo di sintesi tra tradizione, autenticità e genuinità dei prodotti e ricerca degli ingredienti tra cui il lievito madre con cui viene preparato l’impasto che deve essere assolutamente naturale.
Pizzaioli chef di grande passione, con proposte geniali che coniugano a volte le ricette classiche della cucina romanesca , come la trippa o la coda alla vaccinara, con la pizza, ci regalano intense emozioni e sapori unici.

Vi suggeriamo di prepararvi in casa, non appena saremo in stagione, la ricetta più tipica della pizza romanesca, quella prosciutto e fichi, e di andare a gustare direttamente in pizzeria le moltissime proposte della nuova era della pizza romana.

La ricetta: pizza prosciutto e fichi
Ingredienti (dosi per 4 persone):
• 4 fette di pizza bianca del fornaio
• Olio d’oliva extravergine dop
• Prosciutto dolce
• Qualche fico

Preparazione
Disporre sulle fette di pizza, spaccate per il verso orizzontale e leggermente unte con l’olio extravergine di oliva, le fette di prosciutto dolce e due o tre fichi sbucciati ed aperti.