Due grandi protagonisti della cucina romana, con i suoi sapori forti e genuini, sono l’aglio e la cipolla. Umili e a volte poco considerati, sono ingredienti fondamentali della cucina popolare, con le loro qualità organolettiche condizionano la resa di un piatto determinandone il sapore. Ubi allium, ibi Roma, dove c’è l’aglio ed il suo profumo, li c’è Roma! Questo detto popolare stava proprio a dimostrare come l’aglio, sin dall’antica Roma, facesse la sua comparsa in moltissime ricette della tradizione romana sino a caratterizzarla in maniera esclusiva come l’abbacchio, le puntarelle ed i carciofi alla romana, gli spaghetti “ajo, ojo e peperoncino”o la semplice bruschetta. Non da meno è la cipolla che entra rigorosamente in molti piatti tradizionali come le minestre i sughi, i risotti, le frittate, i soffritti, ma che la tradizione vuole anche semplicemennte accompagnata con del buon pane. Tra San Giovanni in Laterano e Santa Croce in Gerusalemme, esisteva il Monte Cipollaro, una collinetta coltivata a cipolle e agli, e Cipollaro era il venditore ambulante. Oggi vogliamo proporre una piccola preparazione tradizionale, la bruschetta con aglio e olio, così come ce la proponeva Ada Boni. Semplice, gustosa e dalla antica tradizione, da condividere in famiglia o con gli amici accompagnandola anche con un buon bicchiere di vino. Un buon pane, una testa di aglio, sale, pepe nero e dell’olio di oliva extravergine in abbondanza. Riscopriamo la ricetta romana.

La ricetta: Bruschetta con aglio e olio
Ingredienti
– fette di pane o pagnottine
– 2 o 3 teste di aglio
– olio extravergine di oliva
– sale
– pepe

Preparazione
Mettete ad abbrustolire sul fuoco due o tre fette di pane o delle pagnottine aperte in due. Una volta pronto strofinateci dell’aglio e riponetele per alcuni minuti a riscaldarsi nuovamente sul fuoco. Una volta pronte ponetele su un piatto e condite con sale, abbondante pepe innaffiandole di olio